Officially CPD certified learning materials

Vai su wellspect.it


Trattamento di dilatazione e stenosi

Una stenosi uretrale è un restringimento anormale dell'uretra ed è spesso causata da traumi o infiammazioni. 2 Poiché il cateterismo è una delle cause di stenosi, la tecnica di cateterizzazione non traumatica e il materiale del catetere sono parti essenziali per prevenire il verificarsi di queste complicanze. 3 I metodi di trattamento più comuni per le stenosi uretrali sono l'uretrotomia e la cateterizzazione/dilatazione intermittente. 1 2 4

L'uretrotomia è una procedura chirurgica endoscopica che dilata l'uretra e viene eseguita in un centro medico in anestesia locale. Il cateterismo intermittente / dilatazione può essere appreso ed eseguito a casa. I tassi di recidiva per stenosi sono compresi tra il 40-80%, ma è stato riportato che il cateterismo / dilatazione intermittente riduce la recidiva. 1 4  Ad esempio, Elhaj et al. riportano tassi di recidiva di stenosi più bassi tra i pazienti che hanno praticato cateterismo intermittente (77,41% contro 19,35%). C'è un impatto significativo sulla qualità della vita dei pazienti durante l'esperienza e il trattamento delle stenosi5 , motivo per cui è importante utilizzare alternative di trattamento che ottimizzino il comfort e riducano il dolore.

 

Documentazione LoFric

  • Problemi di deflusso della vescica nelle femmine. 6
    Studio su 188 donne con problemi di deflusso della vescica che mostra un esempio sull'uso di LoFric per trattare e prevenire con successo stenosi uretrali ricorrenti.
  • Cateterizzazione intermittente pulita dopo chirurgia della stenosi uretrale utilizzando un catetere a basso attrito rispetto al catetere plastico convenzionale: uno studio prospettico randomizzato. 1
    Follow-up di 2 anni su 31 utilizzatori di LoFric e 28 utilizzatori di cateteri plastici non rivestiti che studiano la prevenzione e/o il trattamento di stenosi ricorrenti dopo uretrotomia endoscopica.

Questo studio randomizzato controllato ha confrontato l'uso di cateteri LoFric con cateteri non rivestiti per il trattamento di cateterizzazione intermittente delle stenosi dopo uretrotomia endoscopica. Lo studio ha incluso 62 uomini, 41 trattati per la loro prima stenosi e 21 con problemi ricorrenti. Tutti i pazienti avevano un catetere a dimora posizionato dopo l'intervento chirurgico e gli è stato insegnato il cateterismo intermittente 2 settimane dopo. I pazienti sono stati seguiti per 2 anni e ogni paziente ha valutato l'uso del catetere con un questionario. Tre pazienti del gruppo di controllo non sono riusciti a eseguire. Non sono state rilevate differenze tra i cateteri per quanto riguarda la convenienza o quanto fosse problematica la cateterizzazione. Tuttavia, i pazienti hanno scoperto che il catetere LoFric genera meno dolore (22,6% contro il 64,5% dei pazienti), maggiore comfort e migliore soddisfazione generale (71% contro 32,2%). Lo studio ha concluso che il catetere LoFric riduce il dolore e aumenta il comfort e la soddisfazione rispetto a un catetere non rivestito. Per questo motivo, LoFric dovrebbe essere considerato come un'opzione migliore per la prevenzione delle stenosi uretrali dal punto di vista della qualità della vita.

Tabella basata sui risultati riportati in Sallami et al. 20101

 

"L'autodilatazione intermittente postoperatoria riduce efficacemente il rischio relativo di recidiva di una nuova stenosi uretrale dopo uretrotomia interna dal 32%... all'8%. 7"

 

  • Autodilatazione intermittente dopo uretrotomia interna per stenosi uretrali primarie: uno studio caso-controllo. 7
    Studio osservazionale su 55 utilizzatori di cateteri idrofili e 162 pazienti di controllo seguiti per un periodo di 3-6 anni. I risultati hanno mostrato prove degli effetti preventivi dell'autodilatazione intermittente (ISD) sulla recidiva della stenosi. Ad esempio, la recidiva di stenosi è stata dell'8% tra coloro che praticavano ISD con cateteri idrofili e del 32% nel controllo. Il tempo mediano alla prima recidiva è stato di 2 anni per il gruppo ISD e di 6 mesi per il controllo.

 

"... l'autocateterismo intermittente a basso attrito è sicuro ed efficace nel prevenire il ripetersi della stenosi a lungo termine. 8"

  • Risultati a lungo termine di autocateterismo intermittente a basso attrito in pazienti con stenosi uretrali ricorrenti. 8
    Studio di 6-36 mesi su 101 utenti di LoFric che mostrano prove che LoFric è un modo sicuro ed efficace per prevenire la recidiva della stenosi a lungo termine (>12 mesi).


"Il cateterismo intermittente pulito settimanale è un metodo semplice per ridurre la frequenza della recidiva della stenosi uretrale dopo l'uretrotomia interna. 9"

  • Prevenzione della recidiva di stenosi uretrale utilizzando l'autocateterismo intermittente pulito. 9 anni

    Studio di 1-4 anni su 31 utilizzatori di LoFric e 24 pazienti di controllo che fornisce prove dell'uso di LoFric per ridurre efficacemente la frequenza delle stenosi uretrali ricorrenti. Ad esempio, il 68% dei pazienti non trattati con cateterizzazione intermittente sperimenta stenosi ricorrenti durante il primo anno dopo l'uretrotomia rispetto al 19% nel gruppo LoFric.

"... per il trattamento della stenosi uretrale ricorrente l'autocateterismo intermittente pulito a seguito di uretrotomia interna deve essere continuato per una lunga durata, possibilmente in modo permanente. 10"

  • Trattamento della stenosi uretrale ricorrente mediante uretrotomia interna e autocateterismo intermittente: studio controllato di una nuova terapia. 10
    12 mesi di follow-up di 23 pazienti che praticano il cateterismo intermittente con LoFric (si riferisce all'abstract di Lawrence et al, 1991 e Zambon et al, 1990 sull'uso di LoFric) e 28 pazienti di controllo. Lo studio non mostra stenosi ricorrenti nei pazienti che praticano attivamente il cateterismo intermittente in orde per prevenire le sticture uretrali.
  • Trattamento delle stenosi uretrali ricorrenti utilizzando l'autocateterismo intermittente pulito. 11 anni
    Studio di 6 mesi su 65 pazienti con LoFric che mostra evidenza di trattamento e prevenzione di stenosi uretrali ricorrenti.
  • Trattamento della stenosi uretrale mediante uretrotomia interna seguita da autocateterismo intermittente "a basso attrito": comunicazione preliminare. 12 anni
    I risultati preliminari di Harriss et al. 199492 che mostrano che le portate di urina postoperatorie possono essere mantenute se viene adottata la cateterizzazione "a basso attrito" con LoFric.

Argomenti: