Il contenuto di questa pagina è rivolto esclusivamente ai professionisti sanitari.

Sei un professionista?

No Si

X

Navina Classic - Domande Frequenti (FAQ's)

Catetere FAQ's

Utilizzo

Q: Con quale frequenza si dovrebbe effettuare la TAI?

A: Inizialmente, l'irrigazione viene eseguita di norma una volta al giorno per i primi 10-14 giorni. Successivamente, la frequenza può essere ridotta effettuandola a giorni alterni oppure ogni tre giorni. La frequenza deve essere stabilita con l'aiuto di un professionista sanitario.

Q: Si può smettere di assumere farmaci per modificare lo stato delle feci quando si inizia a utilizzare il sistema Navina?

A: La TAI generalmente rientra nel programma di gestione intestinale. È possibile che si possa ridurre il quantitativo di lassativi che si assumono per modificare lo stato delle feci, tuttavia può essere necessario proseguire con alcuni di questi per essere certi che le feci abbiano la consistenza giusta per garantire una facile evacuazione. È consigliabile proseguire il proprio regime di lassativi fino a quando si ottengono risultati regolari con la TAI. Consultare un professionista sanitario prima di modificare il regime personale.

Q: Quanto tempo richiede questa procedura? 

A: È assolutamente soggettivo, tuttavia l'obiettivo è quello di fare in modo che la routine della gestione intestinale richieda meno di un'ora. Per alcuni persone i risultati sono rapidi e lo svuotamento dell'intestino è completo. Per altre è necessario più tempo e l'intestino si svuota in più sedute.

Problemi medici

Q: Il rischio di perforazione intestinale aumenta con il prolungarsi dell'irrigazione?

A: No, i fatti dimostrano che il rischio di perforazione intestinale non aumenta con il prolungarsi dell'utilizzo della TAI.

Q: Cosa fare se si verifica un sanguinamento?

A: È possibile che si verifichi una lieve perdita ematica o vi sia una macchiolina di sangue sul catetere, ma questo non deve allarmare. Un sanguinamento rettale più grave o prolungato con o senza dolore potrebbe essere causato da una possibile perforazione intestinale che deve essere trattata come un'emergenza medico-chirurgica che richiede assistenza medica immediata.

Q: Cosa fare in caso di dolore?

A: Se si verificano crampi, fastidio o dolore mentre si instilla l'acqua, sospendere l'instillazione per qualche momento e continuare più lentamente una volta cessato il fastidio, accertandosi che l'acqua sia sufficientemente calda, prossima alla temperatura corporea. Se il dolore è forte o persistente interrompere immediatamente l'irrigazione. Potrebbe trattarsi di perforazione intestinale che deve essere trattata come un'emergenza medico-chirurgica.

Q: Cosa fare in caso di sudorazione, palpitazioni o vertigini durante l'irrigazione?

A: In presenza di una lesione midollare questi sintomi possono essere segno di disreflessia autonomica. Instillare l'acqua lentamente e limitare il tempo trascorso sul gabinetto in funzione della tolleranza. Se i sintomi sono fastidiosi, accertarsi di non restare soli quando si effettua l'irrigazione fino a quando i sintomi percepiti durante la TAI diminuiscono o si riducono di intensità. Se si è a rischio di disreflessia autonomica, si devono tenere i farmaci a portata di mano. Se si verifica un episodio di disreflessia autonomica, interrompere immediatamente l'irrigazione. Prima di proseguire con la TAI, è necessario effettuare ulteriori valutazioni ed eventualmente altri trattamenti.

 

Instillazione

ADULTI:

Q: Quanta acqua si dovrebbe instillare?

A: Un professionista sanitario consiglierà la quantità di acqua da utilizzare. Per gli adulti, generalmente si inizia con circa 500 ml. È possibile aggiungere un massimo di 200 ml necessari per l'attivazione della superficie idrofilica del catetere ed eliminare l'aria dal sistema.

BAMBINI:

Q: Quanta acqua si dovrebbe instillare?

A: Un professionista sanitario consiglierà la quantità di acqua da utilizzare. Per i bambini generalmente si calcolano 20 ml/kg di peso corporeo. È possibile aggiungere un massimo di 200 ml necessari per l'attivazione della superficie idrofilica del catetere ed eliminare l'aria dal sistema.

Q: Si può aggiungere sale all'acqua?

Il sistema Navina Classic può essere utilizzato con una soluzione salina ma il prodotto deve essere poi accuratamente sciacquato con acqua corrente dopo l'uso.

Q: La temperatura dell'acqua è importante?

A: Utilizzare sempre acqua tiepida (36-38 °C). L'acqua troppo fredda può risultare sgradevole e provocare crampi. L'acqua troppo calda può irritare il delicato rivestimento del retto e del colon.

Q: Posso utilizzare gel sul catetere?

A: No, il catetere è idrofilico e diventa scorrevole quando viene immerso nell'acqua. Non è necessario aggiungere gel.

Q: Che tipo di acqua si dovrebbe utilizzare?

A: Utilizzare solo acqua potabile del rubinetto o imbottigliata.

Q: Con che velocità si deve pompare per instillare l'acqua?

A: Un professionista sanitario consiglierà la velocità del flusso di acqua da utilizzare. L'acqua dovrebbe essere instillata a un ritmo sufficientemente rapido da provocare lo stimolo alle pareti dell'intestino, ma non tanto velocemente da causare crampi addominali, dolori o forti contrazioni di riflesso. Il pompaggio ogni 5-10 secondi consente di ottenere un flusso di 300-500 ml/min circa.

Q: Che dimensioni di palloncino sono consigliate?

A: Un professionista sanitario consiglierà in merito alle dimensioni del palloncino adeguate. Dovrebbe essere sufficientemente grande da tenere il catetere in posizione e sigillare l'orifizio anale, per ridurre al minimo le perdite durante l'irrigazione. Al massimo 5 azioni di pompaggio per il catetere regular e al massimo 2 azioni di pompaggio per il catetere small.

Q: È possibile regolare le dimensioni del palloncino?

A: AÈ possibile sgonfiare il palloncino premendo il pulsante .

Q: Cosa fare se l'acqua non fluisce quando si usa la pompa blu?

A: Accertarsi che la sacca per l'acqua sia piena d'acqua e che il coperchio sia completamente chiuso. Accertarsi che le connessioni dei tubi siano ben strette e che non siano bloccate o piegate.

Q: Cosa fare se il flusso d'acqua è troppo scarso?

Accertarsi che sia aperto il tasto che regola il flusso d'acqua sull'unità di controllo di Navina Classic. Accertarsi che:

  • Il coperchio della sacca per l'acqua sia completamente chiuso.
  • I tubi siano collegati correttamente.
  • Le connessioni dei tubi siano ben strette in modo che non vi siano perdite d'aria. Accertarsi che i tubi non siano bloccati o piegati.
  • Accertarsi di non essere costipati e di avere il retto vuoto.

Provare a posizionare la sacca per l'acqua più in alto. È possibile che la pressione nel sistema abbia raggiunto il livello massimo e la valvola di sicurezza sia aperta. Sgonfiare il catetere e cercare di svuotare l'intestino. Se non si avverte la sensazione di svuotamento completo, accertarsi di non essere costipati e di avere il retto vuoto, poi ripetere la procedura dell'irrigazione.

Q: Cosa fare se acqua residua rifluisce dal catetere nel tubo?

A: Se si rileva un reflusso d'acqua dal catetere al tubo, pompare acqua attraverso il tubo per pulirlo. Se occorre, i nuovi tubi possono anche essere ordinati separatamente.

Q: Cosa fare se si verifica una perdita d'acqua intorno al catetere?

A: Accertarsi che il catetere sia posizionato correttamente. Controllare la temperatura dell'acqua. Aumentare il gonfiaggio del palloncino fino all'impostazione massima personale. Instillare l'acqua più lentamente.

Q: Cosa fare se il catetere viene espulso prima di aver sgonfiato il palloncino?

A: Ridurre il gonfiaggio per evitare di innescare il riflesso di espulsione. Instillare l'acqua più lentamente. Rivolgersi a un professionista sanitario che valuterà e tratterà un eventuale impaccio rettale causa dell'espulsione del catetere.

Q: È possibile arrestare l'instillazione?

A: Si può arrestare l'instillazione istantaneamente, chiudendo il flusso d'acqua con il tasto blu.

 

Palloncino

Q: Catetere Navina regular: Perché si deve gonfiare il palloncino con al massimo 5 azioni di pompaggio?

A: Le dimensioni massime di gonfiaggio del palloncino sono state definite con l'aiuto di professionisti sanitari esperti, per soddisfare le esigenze anatomiche e prevenire l'eccessivo gonfiaggio del palloncino e il rischio che scoppi.

Q: Catetere Navina small: Perché si deve gonfiare il palloncino con al massimo 2 azioni di pompaggio?

A: Le dimensioni massime di gonfiaggio del palloncino sono state definite con l'aiuto di professionisti sanitari esperti, per soddisfare le esigenze anatomiche, la sicurezza per i bambini, prevenire l'eccessivo gonfiaggio del palloncino e il rischio che scoppi.

Q: È possibile che il palloncino scoppi e, nel caso ciò avvenisse, è pericoloso?

A: Sì, esiste il rischio che il palloncino scoppi e per questo motivo il numero massimo di azioni di pompaggio viene definito in base alle dimensioni del catetere. Se il palloncino scoppia malgrado siano state seguite le raccomandazioni impartite dal professionista sanitario di riferimento, questo può provocare disagio ma in linea generale non è pericoloso. Tuttavia, sono stati segnalati pochi casi in cui i pazienti hanno subito una perforazione intestinale a causa dello scoppio del palloncino. Occorre sottolineare che il rischio di perforazione intestinale è di 1 irrigazione su 500.000 ovvero lo 0,0002%.¹

1. Christensen P, Krogh K, Perrouin-Verbe B, et al. Global audit on bowel perforations related to transanal irrigation. Tech Coloproctol. Feb 2016;20(2):109-115.

Evacuazione

Q: Cosa fare se l'intestino non si svuota?

Cercare di piegarsi in avanti, tossire o eseguire un massaggio addominale. Se l'acqua e il contenuto intestinale non fuoriescono, è possibile che vi sia uno stato di grave costipazione, dunque potrebbe essere necessario uno svuotamento manuale del retto. È possibile anche che si sia disidratati, quindi occorre ricordarsi di bere molta acqua e ripetere la procedura della TAI il giorno successivo. Se il paziente sta facendo uso della TAI già da qualche tempo e ha ottenuto buoni risultati, è possibile che il colon sia pulito e questa potrebbe essere una buona indicazione che la frequenza della TAI possa essere ridotta

 

Smontaggio

Q: È possible riutilizzare i cateteri?

A: No, il catetere rettale è esclusivamente monouso. Dopo l'uso, è necessario smaltirlo con i normali rifiuti domestici. Contattare l’ufficio competente del comune di residenza per seguire la procedura corretta di smaltimento. Qualora venga riutilizzato, Wellspect HealthCare non garantisce la funzionalità né la sicurezza del prodotto. Il riutilizzo può provocare infezioni.

Q: In che modo si deveriporre il Sistema Navina?

A: Una volta che i componenti sono puliti e asciugati, riporre il sistema Navina nella custodia Navina e tenerla lontano dalla luce diretta del sole. Inoltre accertarsi che i tubi non siano piegati e che il sistema non venga a contatto con oggetti appuntiti. Tenere lontano dalla portata dei bambini.

 

Cono FAQ's

Utilizzo

Q: Con quale frequenzasi dovrebbe effettuare la TAI?

A: Inizialmente, l'irrigazione viene eseguita di norma una volta al giorno per i primi 10-14 giorni. Successivamente, la frequenza può essere ridotta effettuandola a giorni alterni oppure ogni tre giorni. La frequenza deve essere stabilita con l'aiuto di un professionista sanitario.

Q: Si può smettere di assumere farmaci per modificare lo stato delle feci quando si inizia a utilizzare il sistema Navina?

A: La TAI generalmente rientra nel programma di gestione intestinale. È possibile che si possa ridurre il quantitativo di lassativi che si assumono per modificare lo stato delle feci, tuttavia può essere necessario proseguire con alcuni di questi per essere certi che le feci abbiano la consistenza giusta per garantire una facile evacuazione. È consigliabile proseguire il proprio regime di lassativi fino a quando si ottengono risultati regolari con la TAI. Consultare un professionista sanitario prima di modificare il regime personale.

Q: Quanto tempo richiede questa procedura?

A: È assolutamente soggettivo, tuttavia l'obiettivo è quello di fare in modo che la routine della gestione intestinale richieda meno di un'ora. Per alcuni persone i risultati sono rapidi e lo svuotamento dell'intestino è completo. Per altre è necessario più tempo e l'intestino si svuota in più sedute.

 

Problemi medici

Q: Il rischio di perforazione intestinale aumenta con il prolungarsi dell'irrigazione?

A: No, i fatti dimostrano che il rischio di perforazione intestinale non aumenta con il prolungarsi dell'utilizzo della TAI.

Q: Cosa fare se si verifica un sanguinamento?

A: È possibile che si verifichi una lieve perdita ematica o vi sia una macchiolina di sangue sul cono, ma questo non deve allarmare. Un sanguinamento rettale più grave o prolungato con o senza dolore potrebbe essere causato da una possibile perforazione intestinale che deve essere trattata come un'emergenza medico-chirurgica che richiede assistenza medica immediata.

Q: Cosa fare in caso di dolore?

A: Se si verificano crampi, fastidio o dolore mentre si instilla l'acqua, sospendere l'instillazione per qualche momento e continuare più lentamente una volta cessato il fastidio, accertandosi che l'acqua sia sufficientemente calda, prossima alla temperatura corporea. Se il dolore è forte o persistente interrompere immediatamente l'irrigazione. Potrebbe trattarsi di perforazione intestinale che deve essere trattata come un'emergenza medico-chirurgica.

Q: Cosa fare in caso di sudorazione, palpitazioni o vertigini durante l'irrigazione?

A: In presenza di una lesione midollare questi sintomi possono essere segno di disreflessia autonomica. Instillare l'acqua lentamente e limitare il tempo trascorso sul gabinetto in funzione della tolleranza. Se i sintomi sono fastidiosi, accertarsi di non restare soli quando si effettua l'irrigazione fino a quando i sintomi percepiti durante la TAI diminuiscono o si riducono di intensità. Se si è a rischio di disreflessia autonomica, si devono tenere i farmaci a portata di mano. Se si verifica un episodio di disreflessia autonomica, interrompere immediatamente l'irrigazione. Prima di proseguire con la TAI, è necessario effettuare ulteriori valutazioni ed eventualmente altri trattamenti.

 

Instillazione

ADULTI:

Q: Quanta acqua si dovrebbe instillare?

A: Un professionista sanitario consiglierà la quantità di acqua da utilizzare. Per gli adulti, generalmente si inizia con circa 500 ml. È possibile aggiungere un massimo di 200 ml necessari per l'attivazione della superficie idrofilica del cono ed eliminare l'aria dal sistema.

BAMBINI:

Q: Quanta acqua si dovrebbe instillare?

A: Un professionista sanitario consiglierà la quantità di acqua da utilizzare. Per i bambini generalmente si calcolano 20 ml/kg di peso corporeo. È possibile aggiungere un massimo di 200 ml necessari per l'attivazione della superficie idrofilica del cono ed eliminare l'aria dal sistema.

Q: Si può aggiungere sale all'acqua? 

A: Il sistema Navina Classic può essere utilizzato con una soluzione salina ma il prodotto deve essere poi accuratamente sciacquato con acqua corrente dopo l'uso.

Q: La temperature dell'acqua è importante? 

A: Utilizzare sempre acqua tiepida (36-38 °C). L'acqua troppo fredda può risultare sgradevole e provocare crampi. L'acqua troppo calda può irritare il delicato rivestimento del retto e del colon.

Q: Posso utilizzare gel sul cono? 

A: No, il cono è idrofilico e diventa scorrevole quando viene immerso nell'acqua. Non è necessario aggiungere gel.

Q: Che tipo di acqua si dovrebbe utilizzare?

A: Utilizzare solo acqua potabile del rubinetto o imbottigliata.

Q: Con che velocità si deve pompare per instillare l'acqua?

A: Un professionista sanitario consiglierà la velocità del flusso di acqua da utilizzare. L'acqua dovrebbe essere instillata a un ritmo sufficientemente rapido da provocare lo stimolo alle pareti dell'intestino, ma non tanto velocemente da causare crampi addominali, dolori o forti contrazioni di riflesso. Il pompaggio ogni 5-10 secondi consente di ottenere un flusso di 300-500 ml/min circa.

Q: Cosa fare se l'acqua non fluisce quando si usa la pompa blu?

A: Accertarsi che la sacca per l'acqua sia piena d'acqua e che il coperchio sia completamente chiuso. Accertarsi che le connessioni dei tubi siano ben strette e che non siano bloccate o piegate.

Q: Cosa fare se il flusso d'acqua è troppo scarso?

A: Accertarsi che sia aperto il tasto che regola il flusso d'acqua sull'unità di controllo di Navina Classic. Accertarsi che:

  • Il coperchio della sacca per l'acqua sia completamente chiuso.
  • I tubi siano collegati correttamente.
  • Le connessioni dei tubi siano ben strette in modo che non vi siano perdite d'aria. Accertarsi che i tubi non siano bloccati o piegati.
  • Accertarsi di non essere costipati e di avere il retto vuoto.

Provare a posizionare la sacca per l'acqua più in alto. È possibile che la pressione nel sistema abbia raggiunto il livello massimo e la valvola di sicurezza sia aperta. Estrarre il cono e cercare di svuotare l'intestino. Se non si avverte la sensazione di svuotamento completo, accertarsi di non essere costipati e di avere il retto vuoto, poi ripetere la procedura dell'irrigazione.

Q: Cosa fare se acqua residua rifluisce dal cono nel tubo?

A: Se si rileva un reflusso d'acqua dal cono al tubo, pompare acqua attraverso il tubo per pulirlo. Se occorre, i nuovi tubi possono anche essere ordinati separatamente.

Q: Cosa fare se si verifica una perdita d'acqua intorno al cono?

A: Quando si utilizza un cono, è possibile che vi sia qualche perdita, dato che è difficile riuscire a ottenere una sigillatura perfetta. Qualche piccolo aggiustamento della posizione potrebbe essere d'aiuto. Instillare l'acqua più lentamente. Se la perdita è consistente, contattare il professionista sanitario di riferimento per ottenere aiuto.

Q: È possibile arrestare l'instillazione?

A: Si può arrestare l'instillazione istantaneamente, chiudendo il flusso d'acqua con il tasto blu.

 

Evacuazione

Q: Cosa fare se l'intestino non si svuota?

A: Cercare di piegarsi in avanti, tossire o eseguire un massaggio addominale. Se l'acqua e il contenuto intestinale non fuoriescono, è possibile che vi sia uno stato di grave costipazione, dunque potrebbe essere necessario uno svuotamento manuale del retto. È possibile anche che si sia disidratati, quindi occorre ricordarsi di bere molta acqua e ripetere la procedura della TAI il giorno successivo. Se il paziente sta facendo uso della TAI già da qualche tempo e ha ottenuto buoni risultati, è possibile che il colon sia pulito e questa potrebbe essere una buona indicazione che la frequenza della TAI possa essere ridotta.

 

Smontaggio

Q: È possible riutilizzare i coni?

A: No, il cono è esclusivamente monouso. Dopo l'uso, è necessario smaltirlo con i normali rifiuti domestici. Contattare l’ufficio competente del comune di residenza per seguire la procedura corretta di smaltimento. Qualora venga riutilizzato, Wellspect HealthCare non garantisce la funzionalità né la sicurezza del prodotto. Il riutilizzo può provocare infezioni.

Q: In che modo si deve riporre il Sistema Navina?

A: Una volta che i componenti sono puliti e asciugati, riporre il sistema Navina nella custodia Navina e tenerla lontano dalla luce diretta del sole. Inoltre accertarsi che i tubi non siano piegati e che il sistema non venga a contatto con oggetti appuntiti. Tenere lontano dalla portata dei bambini.

Q: È possibile pulire l'unità di controllo di Navina Classic con alcol? 

A: No, bisogna utilizzare unicamente sapone delicato e acqua.