Il contenuto di questa pagina è rivolto esclusivamente ai professionisti sanitari.

Sei un professionista?

No Si

Donne e UTI

Le infezioni del tratto urinario (UTI) sono problematiche e dolorose, nonché, purtroppo, molto comuni. Di fatto, rappresentano il tipo di infezione batterica più comune al mondo.
Sono colpite più le donne degli uomini e la differenza è evidente già dopo il primo anno di vita.
Perché?
In parte a causa delle differenze anatomiche.

women and uti fw

Le UTI in cifre

  • Circa metà di tutte le donne soffrono di UTI nel corso della vita
  • Nelle donne il rischio di contrarre le UTI è superiore di 3-4 volte
  • Circa 1/3 di tutte le donne all'età di 24 anni ha avuto una UTI
  • Le donne di età compresa tra i 16 e i 35 anni hanno una probabilità di contrarre una UTI maggiore di circa 35 volte rispetto agli uomini

Cause delle UTI

Le cifre possono sembrare un po' squilibrate, ma questa è una conseguenza della nostra struttura corporea. L'uretra più lunga degli uomini facilita l'eliminazione naturale dei batteri ogni volta che urinano. Anche la posizione dell'uretra femminile, vicino al retto e alla vagina, purtroppo favorisce lo scambio dei batteri.

Le UTI sono abbastanza comuni nelle donne sessualmente attive, sebbene urinare prima e dopo il rapporto sessuale possa contribuire a prevenire l'infezione.

Le donne affette da diabete possono contrarre una UTI con maggiore facilità in ragione dell'impatto di tale patologia sul sistema immunitario.

Altre cause sono l'utilizzo dei contraccettivi e degli antibiotici, che possono alterare la normale flora vaginale.

Inoltre, sono risultati importanti anche i fattori genetici e i livelli di estrogeni. L'utilizzo dei cateteri uretrali incrementa il rischio di UTI, ecco perché è importante effettuare una scelta corretta e consapevole in termini di tecnica e catetere. È dimostrato, ad esempio, che i cateteri con rivestimento idrofilico riducono il rischio di UTI e sono spesso quelli preferiti dagli utilizzatori.

 
Condividi