Il contenuto di questa pagina è rivolto esclusivamente ai professionisti sanitari.

Sei un professionista?

No Si

Suggerimenti dell'esperto per una vita salutare

Anna-Carin Lagerström ha conseguito un Master of Science e lavora come fisioterapista, educatrice sanitaria e consulente nutrizionale presso la fondazione Spinalis per persone con lesioni al midollo spinale e incontra molte persone con problemi della vescica o dell'intestino.

anna carin lagerstrom

Abitudini quotidiane

Anna-Carin promuove il semplice fatto di vivere la vita ogni giorno.

“In realtà vi può essere una correlazione tra il sovrappeso e andare a letto presto”, dice Anna-Carin.

“La notte è il momento peggiore per cadere in tentazione per snack, caramelle, alcool e sigarette”.

La maggior parte degli amici e la famiglia hanno un ritmo quotidiano classico – sono svegli di giorno e dormono di notte - così alla fine la vita notturna può influenzare la vita sociale. Alcune persone possono saltare gli appuntamenti con il fisioterapista o altri professionisti sanitari, o semplicemente perdere delle buone opportunità non presentandosi.

“E’ necessario avere una buona organizzazione delle giornate per creare le condizioni per una vita sana. E’ difficile alzarsi la mattina, se non si hanno delle attività quotidiane che ti costringono a farlo”, dice Anna-Carin.


tips for a healthy life full width

Qualità del cibo

La qualità del cibo costituisce un altro argomento di notevole interesse. Parla molto degli aspetti negativi degli alimenti trasformati. 

Il termine "alimento trasformato" si applica a un alimento che in qualche modo è stato alterato rispetto al suo stato originario, ma nel quotidiano lo utilizziamo per indicare gli alimenti elaborati a livello industriale con un valore nutrizionale ridotto. Molto spesso, gli alimenti trasformati contengono conservanti, grassi insalubri, sale e zucchero aggiunti, inoltre sono carenti di fibre.

"Il cibo vero, gli alimenti ricchi sotto il profilo nutrizionale, sono l'elemento chiave della buona salute", afferma Anne-Carin. "Gli alimenti elaborati stimolano un'irrefrenabile voglia di cibo e portano alla sovralimentazione. Non ci si sente sazi, oppure ci si sente sazi per breve tempo ma la sensazione di sazietà non dura, quindi si mangia di più e più spesso. È una delle ragioni del sovrappeso, come pure della costipazione, di cui soffrono molte persone in sedia a rotelle", spiega Anna-Carin.

Esercizio

Anche l'attività fisica e l'esercizio, in base alle proprie condizioni fisiche, sono vitali per la salute. Una vita in sedia a rotelle presenta parecchie situazioni in cui è necessario poter contare su un corpo forte. 

"L'esercizio fisico è come lavarsi i denti: si tratta di un'attività che deve essere svolta necessariamente tutti i giorni, in particolare quando non si ha la possibilità di effettuare un regolare esercizio quotidiano, quello che fanno automaticamente le persone che possono camminare. 

Ed è ancora più importante esercitarsi in maniera intelligente, in base alle proprie condizioni. 

"L'allenamento troppo intenso può provocare dolore e causare problemi in bagno, quando si esegue l'autocateterismo intermittente pulito (CIC) o l'irrigazione transanale (TAI) o le normali pratiche igieniche. È importante evitare il dolore muscolare perché si dipende in forte misura dalle proprie spalle per spostarsi", afferma Anna-Carin. 

Occorre chiedere al proprio fisioterapista un programma adeguato. Se si avverte dolore oltre al consueto per più di un paio di giorni, è opportuno consultare un medico.

Condividi