Il contenuto di questa pagina è rivolto esclusivamente ai professionisti sanitari.

Sei un professionista?

No Si

In che modo il cibo si trasforma in popò

Una volta che mastichi e inghiottisci il cibo, questo parte per un viaggio nel tuo corpo, passando attraverso l'esofago, lo stomaco, l'intestino tenue e l'intestino crasso, per poi uscire dal sederino.
Possono essere necessarie ore o persino giorni perché il cibo completi questo viaggio.

Lungo il percorso dalla bocca al sederino, la parte buona del cibo viene assorbita dal corpo. Le vitamine, i carboidrati, i grassi e le proteine, cioè tutto il carburante che ti consente di muoverti, giocare e persino pensare.

 
Navina for Children Digestive system

L'intestino

L'intestino tenue è un tubo lunghissimo, circa 6 metri in un adulto. È come un tubo da giardino. L'intestino crasso è molto più corto, misura circa 1 metro, me si chiama crasso perché è più largo. Tutto l'intestino risucchia gli ultimi frammenti di cibo, anche l'acqua, trasformandoli in popò. La popò viene depositata nell'ultima parte dell'intestino, il retto, fino a quando non viene inviato un segnale al cervello, che indica che è il momento di fare la popò. È in quel momento che avvertiamo la necessità di andare in bagno.

La popò può variare da un giorno all'altro. Talvolta è dura e secca, altre volte è morbida o persino acquosa. Tutto ciò è normale e dipende da parecchi fattori: quello che mangi, quanto spesso vai in bagno e quanto ti muovi. Talvolta non riesci a fare la popò nel modo comune, ma non sei il solo. Molti bambini hanno lo stesso problema e ci sono molti modi per risolverlo, la TAI ad esempio.

Condividi